/

Cabrio mette in tavola i bolliti

Anche nel 2019 proseguono i venerdì del Cabrio! E' il momento del Bollito!

Cabrio non è un cognome. E’ un marchio. Made in ASR, più ruvido, caldo e prezioso di ogni Made in Italy.

Un grande uomo, in tutti i sensi, che decise molti anni fa di trasformare la sua officina di elettrauto in un atrio, in un meraviglioso ingresso collegato ad una vera tana.

La botola, le scale quasi verticali, la testa che fa sbamscendendo nonostante l’ avviso “attenti alla testa”. Sotto: uno spettacolo. Forni e fuochi, tavoli e cimeli, panche del tram e fotografie. Il tutto fatto su con il gorgonzola, con lo spezzatino e la polenta, con la pasta alle tre di notte, anche alle quattro magari, perché stare bene insieme, beh, non ha orari, non ha prezzo.

Una vera sede distaccata e unica, un posto che l’Unesco, se fosse attento, avrebbe protetto prima di proteggere Pompei. “Da Cabrio” è stato per decenni una consuetudine, in quella tana così anomala, così calda, così sprovvista di ogni norma gradita ai vigili urbani – che pure scendevano a smorfire, come diciamo nella nostra Milano - ha sempre brillato un oro grezzo.

L’aria migliore che un club di rugby può respirare. E poi, beh, e poi la vita ha combinato qualche scherzo. E poi ha messo lì un vero miracolo. Non c’è più quella tana, l’Unesco chissenefrega, ma il Cabrio è sempre una forza della natura. E’ parte di ciascuno di noi e con noi resta. Con la sua voce che ricorda la ghisa, più che i ghisa, con la sua mole che ricorda la cucina.

Dunque, dato per scontato che i vecchi scorridori del Rugby Milano sappiano di cosa stiamo parlando, questo è un invito per chi ha meno anni e meno fango addosso. Cenare con Cabrio che cucina, significa cogliere una occasione. Per scoprire cosa c’è dietro. Una straordinaria storia di amore, generosità e coraggio, profumata di sport, oltre che di brasato. La vita, altro che balle, certe volte è una meraviglia.

 

La Bislunga è orgogliosa di presentare una serie di venerdì a tema con i menù preparati dal Cabrio stesso (e da Giuseppe): 

venerdì 8 febbraio dalle 19.30 alle 22 - Bolliti misti

venerdì 18 gennaio dalle 19.30 alle 22 - Cassoeula

venerdì 11 gennaio dalle 19.30 alle 22 - Spezzatino all'antica

venerdì 30 novembre dalle 19.30 alle 22 - Gnocco fritto e salumi

venerdì 23 novembre dalle 19.30 alle 22 - Gulash con polenta

venerdì 16 novembre dalle 19.30 alle 22 - Ossobuco e risotto

venerdì 9 novembre dalle 19.30 alle 22 - Brasato e polenta

venerdì 26 ottobre dalle 19.30 alle 22 - la Pasta e Fagioli 

venerdì 19 ottobre dalle 19.30 alle 22 - la Trippa 

 

 

Per prenotare: Giuseppe 334 322 9679

Main Sponsor

Partner