Il Curioni, la nostra roccaforte

Terza giornata di campionato in Serie A, vittoria sulla blasonata Pro Recco (15-13) al termine di una partita con troppa indisciplina che mette a nudo le debolezze  ma porta anche una gran bella conferma, il carattere di questa ASR che si è posta come obiettivo nel medio termine di rendere il Curioni, la sua casa, una roccaforte.
   "Recco ha fatto il suo gioco noi invece non abbiamo rispettato le consegne che ci eravamo dati, ci siamo 'liberati' troppo facilmente della palla, non abbiamo sfruttato le opportunità che abbiamo avuto, siamo stati traditi dalla tentazione di risolvere con il gioco individuale le situazioni difficili o gli errori" commenta Grangetto puntando il dito sulle fragilità emerse ma senza riuscire a nascondere la grande soddisfazione di una nuova vittoria in casa. 
   Quello del nord ovest è un girone interessante, "non ci si può distrarre un attimo - ricorda il coach biancorosso - un dettaglio può fare la differenza. La voglia che sentiamo dentro, di dare tutto, di vincere ogni sfida, deve essere canalizzata: finire il match con un calcio contro non deve più accadere. Dobbiamo lavorare su questo, avere pazienza per imporre il nostro gioco" .
   Al lavoro dunque, perchè ogni domenica è una finale e la prossima - domenica 4 novembre - avrà un sapore speciale: è derby!  "Ma come ogni domenica - ricorda Grangetto - cercheremo di fare meglio di quella prima, e anche questa volta andremo in campo come se fosse una finale, senza guardare chi abbiamo davanti ma con il nostro percorso ben disegnato in testa".  Non abbiamo memoria di quando sia stata l'ultima volta in cui la Milano del rugby abbia avuto la sua 'stracittadina' in serie A, nemmeno risalendo ai tempi della gloriosa Amatori o della rampante Grande Milano. Vi aspettiamo in tanti, tutti, al Giuriati!

Main Sponsor

Partner