News

Doussy e i segreti dell'ovale. Clinic 'aperto' il 4 maggio

La collaborazione con Philippe Doussy, responsabile in tutte le Nazionali francesi per gli skills e il gioco al piede, si rinnova.

++ SAVE THE DATE ++  Il 4 maggio un nuovo appuntamento della formazione continua degli allenatori di Rugby Milano - per la prima volta ed eccezionalmente! - aperto anche ai tecnici degli altri Club!

Doussy, nel suo curriculum ci sono anche Top 14 con Grenoble, con Edimburgo in Pro12, Southern Kings in Super Rugby e Nazionale Italiana con Mallet e Brunel, avrà attenzione ad ogni dettaglio e saprà rispondere ad ogni dubbio.

Anche solo vederlo al lavoro con i nostri allenatori sarà uno spettacolo da non perdere. Se volete scendere in campo invece saremo lieti di avervi nostri ospiti!

L'evento è a numero chiuso, scrivete a segreteria@rugbymilano.it per informazioni ed iscrizioni. 

 

 

Approfondisci

U16 sotto i riflettori al Trofeo Milani

Una bella U16 è uscita allo scoperto alla 45esima edizione del Torneo Aldo Milani, dove ha dominato cedendo solo in finale all’accademia scaligera Verona Junior, che ha vinto tutti i match disputati confermandosi squadra più forte d’Italia. 

Approfondisci

Una domenica per prendersi quel che ci si merita

Abbiamo una domenica per andare a prenderci quello che ci meritiamo. Non sarà regalato, non sarà senza sacrificio. "Ma finché la matematica ci dà una chance noi ci proviamo ancora e 

Approfondisci

Serie A, terzo posto in classifica e ancora tre sfide

Grande prova di carattere e grande concentrazione grazie al quale i biancorossi si sono imposti sul Cus Genova (36-27) sabato 30 marzo nella 15ma giornata del campionato di Serie A. Si festeggia in casa Rugby Milano, dopo la conferma del terzo posto in classifica con 46 punti (di un soffio davanti al Cus Torino che ha 44 punti e poco dietro l’Accademia Francescato a 49 punti mentre e i Sitav Rugby Lyons sono da soli in vetta con 64 punti).

 

“Dopo i primi 10 minuti perdevamo 10 a zero ma con la fiducia nel nostro gioco anche su squadre più fisiche di noi riusciamo a venire fuori, merito della velocità del nostro gioco e tenendo la stessa intensità dall’inizio alla fine. Di questo ringraziamo anche i nostri preparatori e il loro lavoro” commenta Federico Grangetto.

Mancano tre partite alla fine del campionato, in trasferta domenica prossima a Biella, poi Torino e l’ultima in casa con l’Accademia.

“Siamo dove non ci aspettavamo d’essere però siamo contenti e ce lo stiamo godendo - sorride Grangetto - Siamo oltre le nostre aspettative ma c’è ancora tanto potenziale per andare oltre. E non parlo solo di gioco ma anche del sentirsi un gruppo. Il Terzo tempo è proseguito fino a tardi, si sono uniti gli ‘amici del Capu’ (il gruppo di ex atleti biancorossi o dei Lyons, compagni di squadra di Massimiliano Capuzzoni che portano avanti la sua memoria, ndr)  e il giorno dopo, domenica mattina durante il Memorial Capuzzoni, c’erano anche i giocatori della Prima squadra ad arbitrare sui campi i 1.200 minirugbysti che hanno partecipato. Tutte cose che ci dicono che siamo ben oltre le attese, in linea con la mission che ci eravamo posti, sposare uno stile Asr in campo e fuori. La coerenza di comportamento di tutto il Club fa capire che non sono solo parole ma una cosa a cui davvero puntiamo". 

 

 

[foto di Alessandro Fornasetti, Image Factory]

Approfondisci

Main Sponsor

Partner