/

Norm Maxwell padrino di Edu Lab. It's just the beginning

"Goodbye, 

A malincuore partiamo per tornare in Spagna: dopo aver condiviso così tanti bei momenti autentici con così tanti di voi, è difficile ringraziarvi tutti singolarmente. Quindi diciamo un 'big' GRAZIE MILLE a tutti voi.

Vi ringraziamo per averci accolto nella vostra cultura e ancor di più nei vostri cuori, è stato un momento speciale per noi.

Fin dal nostro arrivo siamo rimasti immediatamente colpiti dall'essenza e dalle qualità delle persone del club, queste prime impressioni sono cresciute sempre di più durante questo periodo.

Possedete così tanti talenti e potenzialità all'interno della vostra comunità, siete tutti veramente stimolanti.

 Con un po' di lavoro per trovare una visione comune, unito alla capacità di accogliere tutti, siamo sicuri che molte altre cose sorprendenti emergeranno dalla comunità del Rugby Milano".

 

We love you see you next time! 

Norman Maxwell e Jes Buezaa

#Justthebeginning  #èsolol'inizio

 

 E' il messaggio che partendo ci ha lasciato quest'uomo schivo, che sotto il berretto sempre calato in testa fa lampeggiare gli occhi. Era una leggenda degli All Blacks,  l'uomo che si buttava nelle rucks quasi con sconsideratezza per il proprio corpo ossuto. Oggi è l'uomo che allena alla consapevolezza di sé, all'empatia e sensibilizza a costruire una squadra nella comunità. 

A settembre si è unito al Club e con lui, coinvolgendo allenatori, dirigenti e molti altri volontari, abbiamo costruito una 'cassetta degli attrezzi' che nei prossimi mesi useremo per definire una visione comune del Club, fatta di tradizione ma anche di orizzonti a lungo termine. La mission che abbiamo da sempre è  promuovere la crescita personale dei bambini e dei ragazzi, aiutarli ad esprimere se stessi sia in campo che fuori e vogliamo dare sistematicità vogliamo consolidare le connessioni che ci sono tra giocatori, famiglie, staff e volontari.

Siamo solo all'inizio di un percorso, ascoltare e condividere sono i primi passi da fare insieme, a tutti viene chiesto di contribuire. Edu-Lab (nome provvisorio del lavoro che abbiamo iniziato, ndr) sarà la culla di questo  nuovo ambizioso progetto integrato di educazione e trasformazione culturale per promuove l’espressione dello spirito del rugby e la crescita personale in ogni attività sportiva e sociale del Club. In un 2020 che per tutti è un anno dalla visibilità incerta, nasce un progetto che ha un orizzonte a lungo termine: "Era il momento giusto  - spiega Francesca Magliulo, coordinatrice del progetto insieme a Roberto Fossati  -  per stabilire tre pilastri: Consapevolezza, cura di sé e degli altri, servono a noi, ai nostri bambini e ragazzi e alle nostre famiglie. Abbiamo messo un seme, in un momento in cui tutto questo è più necessario che mai. E spero che ognuno di noi lo faccia crescere, con tutto l’amore possibile".

Due mesi di lavoro, tre cicli di incontri, Norm Maxwell non è salito in cattedra ma si è fatto 'maieuta' aiutandoci a tirare fuori valori e concetti che avevamo già dentro di noi: "Ho imparato e sperimentato quanto sia importante essere tartaruga più che lepre,  quanto l’onestà verso noi stessi e gli altri sia uno degli atti più coraggiosi nella nostra vita. Questa esperienza è stata un dono: la fiducia reciproca, i legami creati con le persone più diverse, la voglia di costruire insieme qualcosa di bello, che fa bene a tutti noi".

Grazie Norman e Jes. Grazie a StefanoFrancesca, Roberto, Franz che hanno messo in moto le energie e grazie a chi avrà voglia di unirsi a noi. "Abbiamo trovato la fonte, sta diventando un torrente e mi auguro che, un giorno, diventi un lungo fiume tranquillo" conclude Francesca.

Main Sponsor

Partner